Search for...

Newsletter: la pietra miliare dell’email marketing

La newsletter è un tipo di email, che a differenza della DEM, è di natura informativa, cioè non ha diretta ed esplicita finalità commerciale.
Ciò significa che grazie alla natura versatile e non unidirezionale, può essere impiegata per diversi usi e obiettivi, alcuni dei principali toccano dei punti di relazione con il cliente.

Partiamo da un presupposto:

Cosa fanno le persone appena si svegliano la mattina? Guardano la casella delle email. La posta elettronica fa parte della routine quotidiana. La maggior parte delle persone si informa e acquista attraverso questo canale, va da sé che ragionare sulla rilevanza delle strategie e sui legami con il web marketing è di cruciale importanza.

Per attuare una strategia efficace il consiglio sarebbe quello di far dialogare tutti gli strumenti di marketing all’interno della propria azienda e adatti alla propria tipologia di business. Tali strumenti o “leve” devono potersi muovere in sintonia fra loro in modo da raggiungere gli obiettivi aziendali prefissati.
Queste “leve” sono ad esempio: i social network, il blog, il sito internet, brochure, article marketing, i call center, coupon e altri canali, ma ciò che talvolta potrebbe fare la differenza se usato in modo giusto è la newsletter.

L’atteggiamento più diffuso è tale da portare molte persone a non considerare la sua efficacia poiché il più delle volte finisce nella cartella “spam” o “promozioni” arrivando molte volte a cancellare tutto ancora prima di leggere. Questo perché la nostra mente è satura di impulsi, di stimoli e di pubblicità. Per difendersi, reagisce chiudendosi a “riccio” e chiude la newsletter automaticamente.
Attenzione però, questo non significa che scrivere e inviare newsletter non sia necessario e non abbia senso all’interno di una strategia di comunicazione aziendale!

La newsletter, come qualsiasi elemento con cui siamo abituati a interfacciarsi, presenta vantaggi e svantaggi. Innanzitutto è fondamentale conoscere il segmento di mercato alla quale si invia, valutare se il target è quello corretto e valutare tutte le possibili ripercussioni se viene effettuato un invio a tutto il database di contatti.
Una mail dal layout professionale, di impatto e allineata con l’identità dell’azienda porta sicuramente a dei risultati più positivi rispetto a una newsletter fredda e impersonale.

I benefici della newsletter:

1. Fidelizzano il cliente con comunicazioni mirate e cucite su misura

La newsletter permette di costruire un testo su misura delle preferenze del lettore e delle sue tendenze, così facendo chi scrive il testo fa sentire al centro delle attenzioni dell’azienda chi riceve la newsletter. Lo scopo di una buona mail consiste proprio nel ricercare coerenza tra contenuto e destinatario.

2. Incentivano le occasioni di dialogo intelligente

Attraverso l’invio della newsletter si cerca di avviare un primo contatto con il cliente, nel tentativo di aprire un canale di comunicazione con lui. Il tentativo è quello di rapire la sua attenzione e “scongelarla” dalla freddezza delle sue reazioni ed emozioni verso i messaggi esterni. L’azione più efficace da parte dell’invio della newsletter consiste nel saper sfruttare il giusto momento per mettere in risalto i prodotti o servizi di un’azienda, indirizzando le visite al sito web aziendale, alle pagine social e al blog.

3. Si integrano perfettamente ad altre leve del marketing mix aziendale

Le newsletter non danneggiano le altre leve di comunicazione all’interno del business dell’azienda. Anzi molto spesso l’invio di alcune informazioni personalizzate via mail diviene necessario nel completamento di una comunicazione mirata al cliente. L’integrazione è molto semplice e poco impegnativa perché altro non fa che aumentare le possibilità di collegamento e di comunicazione con gli altri canali aziendali.

4. Consentono di misurare i risultati

Il tool di invio di newsletter dispone di una sezione che consente di analizzare le reportistiche di invio, e tramite queste è possibile verificare l’efficacia delle campagne DEM. È possibile anche avviare delle procedure di sperimentazione creando delle mail diverse con, lo stesso messaggio da inviare a due gruppi distinti con destinazioni diverse, l’AB test.
Così facendo, si possono valutare i rispettivi risultati e da questi ricavare le informazioni utili sul tipo di comunicazione che preferisce il database delle newsletter ed infine riuscire ad analizzare il giusto messaggio per gli invii futuri.

5. Coltivano la relazione con il cliente e fidelizzano

Inviare periodicamente la newsletter contribuisce a incentivare la loyalty di chi la riceve, venendo a conoscenza di tutti i valori caratterizzanti l’immagine del brand. La newsletter corrisponde a tutti gli effetti uno dei modi migliori per stringere una comunicazione profonda con il cliente. Fare Lead Generation attraverso la newsletter è possibile in quanto più la sua promessa è interessante e rispecchia le esigenze del target selezionato, più le probabilità di iscrizione aumentano. Una ulteriore conseguenza a questo è il restringimento del canale diretto tra destinatario e mittente della mail.

Alcuni consigli utili per una buona newsletter

La newsletter è il prodotto di marketing che dev’essere curato nei minimi dettagli più di ogni altro e deve avere un filo conduttore che la tenga insieme in modo logico, piacevole, fresco e intrigante.

È il bollettino aziendale a cadenza periodica caratterizzato da argomenti a tema, utili e accurati, attinenti al campo di attività dell’azienda.
La newsletter essendo l’unica fonte di traffico che l’azienda può direzionare dove le è più comodo, deve avere un’anatomia che soddisfi dei requisiti particolari.
Qui di seguito ne elenchiamo alcuni.

  • Coerenza tra newsletter e contenuto della pagina di atterraggio;
  • Contenuti equilibrati e testo corto;
  • Soddisfare le aspettative degli utenti;
  • Oggetto accattivante;
  • Non inviare la stessa newsletter nell’arco della stessa settimana;
  • Tasto semplice di dis-iscrizione;
  • Usare gli A/B test per effettuare più prove di efficacia e usabilità anche da mobile;
  • Bottone di share per i social;
  • Call to action convincente;
  • Mobile friendly;
  • TANTA PRATICA.

Molti utenti decidono di iscriversi ad una newsletter perché la reputano interessante, utile e imperdibile nei contenuti. Ma per ottenere dei risultati soddisfacenti è necessario dotarsi della migliore tecnologia.

 

Hai dubbi o domande sulle strategie di web marketing della tua azienda?

Compila il form sottostante se vuoi ricevere informazioni in più sulla migliore strategia da attuare per ottimizzare il canale di traffico della tua attività!